15
mag2017

Firenze summer kino

Dal 9 al 16 settembre Serre Torrigiani ha ideato e ospitato nella splendida cornice dei suoi esclusivi spazi un’inedita settimana di cinema e cultura con tanti appuntamenti culturali e proiezioni cinematografiche che illumineranno la città per la Firenze Summer Kino 2016.

Ogni giorno Serre Torrigiani vi propone due appuntamenti: Alle ore 18 in Piazza dei Tre Re tanti protagonisti e ospiti d’eccezione alle Serre Torrigiani in piazzetta. Dalle ore 19:30 in via Gusciana 21 Serre Torrigiani apre i suoi storici cancelli per accogliere il pubblico all’ aperitivo ed aspettare la proiezione che partirà dalle 21:00.

Programma è ricco di film e ospiti d’eccezione. Si parte il giorno 8 settembre alle 18 in Piazza dei Tre Re alle Serre Torrigiani in piazzetta, con un aperitivo di apertura e a riscaldare i motori ci sarà Francesco Piccolo, premio Strega 2014 con il Desiderio di essere come tutti, vincitore di due David di Donatello per la sceneggiatura di due lavori di Virzì, La prima cosa bella (2010) e Il Capitale umano (2014), e di ben tre Nastri d'Argento nel 2010, '11 e '12, oltre a quattro Ciak d'Oro. Gli ultimi lavori dello scrittore casertano sono del 2015 con la sceneggiatura di Mia madre di Nanni Moretti e la pubblicazione per Einaudi di Momenti di trascurabile infelicità.

Dal 9 al 16 settembre la Firenze Summer Kino è così articolata: incontri con registi, autori, sceneggiatori ed artisti in Piazza dei Tre Re alle Serre Torrigiani in Piazzetta alle ore 18 e proiezioni alla presenza degli stessi personaggi alle Serre Torrigiani in via Gusciana 21 alle ore 21. Le Serre apriranno i suoi meravigliosi spazi alle 19.30 e chiuderanno alle 24.

Tutti gli incontri sul palco delle Serre Torrigiani in piazzetta saranno presentati da Daniela Morozzi e condotti da giornalisti ed autori cinematografici. Dopo la pre-apertura di giovedì si entra nel vivo venerdì 9 settembre pomeriggio, sempre alle 18 in Piazza dei Tre Re, con l'incontro con il regista, sceneggiatore e produttore Matteo Rovere e lo sceneggiatore Filippo Gravino che quest'anno la penna l'ha posata sulla carta per Veloce come il vento e Fiore, entrambi in cartellone del Firenze Summer Kino. Quando calerà la sera, nel giardino delle Serre Torrigiani di via di Gusciana, alle 21, si proietta l'ultimo lavoro di Rovere Veloce come il Vento. Matteo Rovere è il più giovane regista ad aver vinto un Nastro d'Argento per la categoria regista e produttore e da un talento nostrano come Carlo Capone, pilota di Rally degli anni 80, ha preso spunto per questo suo ultimo lavoro che, tra gli altri luoghi, è stato girato nel circuito del Mugello.

Sabato 10 settembre avremo modo di conoscere i protagonisti del Kino di Roma e gli ideatori della Summer Kino a Firenze. Appuntamento sempre alle 18 per l'incontro "Il Kino. La storia, la filosofia di un progetto, il suo arrivo a Firenze", con Cristiano Gerbino, Nicola Ravera, Massimo Galimberti (Kino Roma), Bruno Bacciocchi, Bruno Cortini ed Eugenio Rigacci (Kino Firenze). Al calare della sera ci spostiamo invece alle Serre per la proiezione di Microbo e Gasolina, l’ultimo gioiello di Michel Gondry

Domenica fiorentina l’ 11 settembre in compagnia di regista e sceneggiatore de L'Universale, Federico Micali e Cosimo Calamini, che alle 18 saranno gli ospiti in Piazza dei Tre Re e alle 21 accompagneranno la proiezione del film alle Serre Torrigiani. L’occasione di far rivivere lo spirito non solo di un luogo ma di un’esperienza che ha segnato l’immaginario di un’intera città.

La settimana prenderà il via all'insegna della comicità con la presenza di Ferrario e Ravenna il lunedì 12 settembre. Edoardo Ferrario, collaboratore di Sabina Guzzanti e Serena Dandini e volto fisso di Quelli che il calcio, e Luca Ravenna, sceneggiatore (The Pills e Non c'è Problema) e comico di Comedy Central, arriveranno in Piazzetta alle 18 per l'incontro con il pubblico che sarà un vero e proprio spettacolo nella tradizione degli stand-up comedians. Per la proiezione della sera invece un film che ha ribaltato gli schemi della narrazione cinematografica messicana degli ultimi anni come Gueros, firmato da Alonso Ruizpalazios, odissea urbana in una Ciudad de Mexico perennemente notturna grazie al bianco e nero della ripresa.

Martedì 13 settembre è invece atteso il produttore, fondatore della Indigo Film, Nicola Giuliano, premio Oscar con La grande Bellezza, diretta da Paolo Sorrentino. Ad intervistarlo sul palco della Piazzetta e a farci raccontare il lavoro che porta un film al massimo dei riconoscimenti che possa essere raggiunto, Marco Luceri, giornalista e critico cinematografico. La sera alle Serre vedrà la proiezione de “La grandissima Bellezza”, il director’s cut ora in uscita del film premiato dall’Academy. Poter vedere il film in un luogo che tanto ha a che fare con la percezione di ciò che può affascinare e con le atmosfere che il film evoca sarà un’emozione unica e nuova anche per chi ne avesse vista la prima versione.

In Piazza dei Tre Re mercoledì 14 settembre iniziano gli incontri dedicati a Cinema e Letteratura con Filippo Bologna che ha da poco ricevuto il Donatello per Perfetti sconosciuti di Paolo Genovese (vincitore del David come miglior film), sceneggiatura vincitrice anche per il Tribeca Film Festival. L’appuntamento serale alle 21 è con S is for Stanley - Trent'anni dietro al volante per Stanley Kubrick, documentario (2015) tratto dal libro Stanley Kubrick e me, biografia di Emilio D'Alessandro che ha vinto David di Donatello per il miglior documentario di lungometraggio nel 2016. Ospiti alle Serre Torrigiani Vincenzo Scuccimarra e Alex Infascelli (Almost Blue, H2Odio, Il siero delle vanità) sceneggiatore e regista.

Secondo ospite degli incontri dedicati a Cinema e Letteratura il giorno 15 settembre sarà invece lo scrittore Francesco Pacifico, scrittore e blogger collaboratore di La Repubblica, Rivista Studio, Rolling Ston. La proiezione alle 21 è quella dell'amatissimo Lo chiamavano Jeeg Robot che potremo vedere e discutere alle Serre con gli sceneggiatori Nicola Guaglione e Menotti, intervistati sul palco da Giovanni Bogani, giornalista e critico cinematografico. Omaggio alla serie manga giapponese di Go Nagai il film di Mainetti è stato presentato in anteprima alla festa del Cinema di Roma nel 2015 e distribuito nelle sale dalla primavera di quest'anno ricevendo i plausi di gran parte della critica nostrana ottenendo poi il David di Donatello, il Nastro d'Argento, il Globo d'Oro e il Ciak d'Oro.

La chiusura della Firenze Summer Kino il 16 settembre vedrà alle 18 l’incntro con lo sceneggiatore Andrea Cedrola che ha firmato la sceneggiatura dell'esordiente Sebastiano Riso, Più buio di mezzanotte, presentato a Cannes a maggio nella Semaine de la Critique. La proiezione serale sarà caratterizzata dalla presenza del cineasta Claudio Giovannesi e al suo ultimo film Fiore che, uscito questa primavera, subito si è trovato in concorso nella sezione Quinzaine des Réalisateurs al Festival di Cannes 2016. Giovannesi ha firmato La casa sulle nuvole e Fratelli d'Italia ma anche Alì ha gli occhi azzurri del 2012, film che ha ricevuto numerosi riconoscimenti.

Grande cinema e ospiti d'eccezione, questa la formula vincente della Firenze Summer Kino, organizzata da Serre Torrigiani in collaborazione con il Kino Roma, Scena1 e Apartments Florence come hospitality partner. La kermesse è patrocinato dal Comune di Firenze ed inserita nelle iniziative dell'Estate fiorentina 2016.